Milano, 28 maggio 2022   |  
Cronaca   |  Milano

Milano minacce di morte ed estorsione per debito di droga

Italiano 46enne arrestato dai Carabinieri

milarcas

Nel corso della mattinata del 24 maggio 2022, personale della Stazione Carabinieri di Trezzano sul Naviglio (MI) ha dato esecuzione ad un’Ordinanza applicativa della custodia cautelare in carcere emessa in data 23 maggio u.s. dal G.I.P. del Tribunale ordinario di Milano, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un 46enne, pregiudicato di Corsico (in atto sottoposto alla misura dell’affidamento in prova ai servizi sociali a seguito di condanna per reati in materia di stupefacenti), ritenuto responsabile dei reati di tentata estorsione aggravata e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini, svolte dalla Stazione dei Carabinieri di Trezzano sul Naviglio su delega della Procura della Repubblica di Milano, sono state avviate a seguito di denuncia-querela presentata lo scorso 28 aprile da un 40enne della zona, il quale, esasperato, aveva dichiarato essere vittima di minacce gravi a seguito di alcune dosi di cocaina vendute dall’indagato e solo parzialmente pagate.

L’arrestato, che dal mese di dicembre 2021 e sino a febbraio scorso aveva complessivamente ceduto alla parte offesa circa 25 grammi di cocaina, a fronte delle difficoltà palesate dalla stessa a provvedere al pagamento della somma di 2 mila euro (debito aumentato di settimana in settimana sino a 8 mila euro), aveva iniziato a proferire minacce di morte attraverso l’invio di oltre 200 messaggi vocali e di testo, anche all’indirizzo dei prossimi congiunti della vittima. Inoltre, alcuni giorni fa, dei soggetti si erano recati all’esterno del luogo di lavoro della parte offesa, richiedendo minacciosamente per conto dell’indagato, un incontro finalizzato al recupero del credito.

L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato associato presso la casa circondariale di Milano San Vittore, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

14 Agosto 1941 Massimiliano Kolbe muore nel bunker della fame ad Auschwitz dopo essersi offerto volontario al posto di un altro prigioniero.

Social

newFB newTwitter