Como, 08 novembre 2023   |  

Un salto nel lontano passato sulle orme di Plinio il Vecchio

Nuovo appuntamento sabato 11 novembre alla Pinacoteca Civica per la seconda edizione del Festival del Melologo di Como, rassegna con la direzione artistica di Rossella Spinosa.

Silvio Oggioni foto 1

didascalia: Silvio Oggioni

Dopo il successo dello spettacolo Pierino e gli animali del bosco che ha visto la presenza di numerosi ragazzi in sala, torna con nuovi appuntamenti il Festival del Melologo di Como, in programma fino al 2 marzo negli spazi della Pinacoteca Civica e nella Sala Musa di Palazzo Carducci.

Sabato 11 novembre alle 16, nella storica cornice della Pinacoteca Civica, è in calendario lo spettacolo originale per ragazzi I racconti del vecchio Plinio dedicato al genio eclettico di Plinio il Vecchio, illustre figura di scrittore, naturalista e ammiraglio nato a Como nel 23-24 d.C. Nello spettacolo la voce recitante di Silvio Oggioni, attore e volto storico del Teatro del Buratto di Milano, accompagnerà i ragazzi nel fascinoso mondo di Plinio, alla scoperta della sua vita sempre divisa tra l’impegno pubblico e lo studio. Plinio il Vecchio fu l’autore di una ‘enciclopedia’ in 37 libri, la Naturalis historia, utilizzata come riferimento durante numerosi secoli da innumerevoli allievi, opera monumentale su tutto quanto conosciuto all’epoca nei campi dell’astronomia, della geografia, dell’antropologia, della zoologia, della botanica, della medicina, della mineralogia e della storia dell’arte.

Nell’intenso connubio di musica e parole, l’appuntamento si offre come un viaggio nel tempo, un salto nella storia alla scoperta del mondo antico e della nascita delle scienze naturali, con la parte musicale che intende evocare l’antico mondo romano con musiche adattate dal repertorio cinematografico e in particolare colonne sonore di film epici e sull’Antica Roma tra celebri citazioni e momenti meno noti, affidate al Quartetto d’ archi dell’Orchestra di Bellagio e del Lago di Como diretto da Alessandro Calcagnile.

Uno spettacolo originale che diventa una preziosa occasione per avvicinare anche i più piccoli alla figura dell’illustre romano di origini comasche, alla sua vita di profondo osservatore delle scienze e della natura e al suo intenso lavoro di intellettuale.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

5 Marzo 1953 Josif  Vissarionovič Džugašvili Stalin muore a Mosca a seguito di un attacco cerebrale

Social

newFB newTwitter