Como, 02 dicembre 2017   |  

Sinodo dei giovani 2018: il Papa nomina un relatore e due segretari speciali

Sono il cardinale Sérgio Rocha, arcivescovo di Brasilia (relatore) e il gesuita Giacomo Costa e il salesiano don Rossano Sala.

salesiano sala

Per il Sinodo del 2018, dedicato ai giovani, Papa Francesco ha nominato relatore generale il cardinale Sérgio Rocha, arcivescovo di Brasilia e segretari speciali il gesuita Giacomo Costa e il salesiano don Rossano Sala. Le nomine sono avvenute al termine dell’incontro del Consiglio della Segreteria generale del Sinodo dei vescovi, svoltosi nei giorni 16-17 Novembre.

Annunciando gli incarichi, la Segreteria generale dei Sinodo dei vescovi ha spiegato «che la nomina di due Segretari Speciali si conforma con l’articolo 14 §3 dell’Ordo Synodi Episcoporum” (cfr. canone 348 § 2 del C.I.C.)». 

Il cardinale Sérgio Rocha è stato creato cardinale da Papa Francesco nel suo terzo concistoro, che si è tenuto il 19 Novembre 2016. Padre Giacomo Costa, gesuita, è direttore dal 2010 della rivista “Aggiornamenti Sociali”, ed è considerato tra le persone consultate nella stesura dell’enciclica “Laudato Si’”.

Don Rossano Sala è salesiano dal 1992 e sacerdote dal 2000. Ha svolto il suo servizio  educativo-pastorale per quattro anni nell’opera salesiana di Bologna e per sei anni come direttore e preside nell’opera salesiana di Brescia. Licenziato in Sacra Teologia nel 2002, presso la Facoltà Teologica Interregionale di Milano, ha conseguito il Dottorato in Sacra Teologia nel 2012 presso la medesima Facoltà.

Ha insegnato “Teologia fondamentale” presso lo Studentato Teologico salesiano di Torino-Crocetta. Dal 2011 fa parte della comunità accademica dell’Università Pontificia Salesiana di Roma e nel 2016 è stato nominato Direttore della rivista “Note di Pastorale Giovanile.

«Quest’incarico di Segretario Speciale è un segno di fiducia nei confronti della Famiglia Salesiana», ha commentato don Sala ad ANS. «È un incarico che viene dal Santo Padre per essere di aiuto e sostegno nella preparazione del Sinodo e soprattutto per accompagnare da vicino il cardinale Rocha».

«Sono molto grato per la fiducia mostratami dal Santo Padre, come Salesiano e soprattutto come rappresentante della Famiglia Salesiana che lavora con i giovani», ha sottolineato. «Siamo una grande famiglia che ha una pratica educativa pastorale con i giovani, un modo di stare con i giovani e uno stile per accompagnarli. Questa per me è una grande responsabilità e vi chiedo di accompagnarmi con le preghiere. Come Figli di Don Bosco, dobbiamo essere fedeli al nostro fondatore quando si tratta di un incarico che viene dal Santo Padre».

 

 

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

9 Dicembre 1987 secondo e ultimo giorno di votazioni del referendum che vieterà la produzione di elettricità tramite l'energia nucleare nel nostro Paese

Social

newFB newTwitter