Caglio, 07 giugno 2019   |  

Montagne in festa a Caglio

Cultura, divertimento e sapori di Lombardia in oltre 80 eventi nel suggestivo borgo dei monti Lariani, a soli 50 km da Milano e 20 da Bellagio

aa02b599 dbb5 4a7e 8853 7a950c98fd63

Passeggiare tra i cortili medievali del borgo antico, aperti al pubblico per l’occasione, e scoprire le eccellenze della gastronomia locale in mostra al loro interno. Ammirare le opere del maestro divisionista Giovanni Segantini (che a Caglio visse un anno) riprodotte in grande nei vicoli del centro storico, illustrate da una guida esperta. Perdersi tra le note della musica da camera sulla terrazza romantica dell’albergo Santa Valeria, o scatenarsi al concerto rock nell’anfiteatro civico, con la luna che illumina le montagne sullo sfondo. Assaporare la gastronomia del territorio nel ristorante all'aperto, durante le sagre.

Sono solo alcune delle oltre 80 esperienze proposte da Pro Caglio per l’estate 2019. Quasi tutte gratuite, dedicate ai villeggianti ma anche a chi dalla città vuole regalarsi una domenica diversa, o un weekend rilassante (e fresco…) tra le montagne e il lago di Como. Anche i bambini avranno giochi e laboratori tutti per loro, gare sportive e persino le mini Olimpiadi, presso il Centro ricreativo comunale appena ristrutturato.

E’ un’estate davvero per tutti quella di Caglio: l’Arena, dove si svolge la maggior parte degli eventi, è accessibile alle carrozzine per disabili e affiancata da un ampio parcheggio. Altri parcheggi a pochi minuti di cammino.

Tra le montagne lariane e il lago di Como, Caglio è un piccolo gioiello a meno di un’ora di auto da Milano e dalla Brianza. A 900 metri di altitudine, è il paese a più alta quota nel raggio di 50 chilometri dal capoluogo lombardo.

Oggi che le vacanze sono diventate sempre più brevi, Caglio è il posto ideale per una gita giornaliera da Milano, in qualsiasi stagione, o per un momento di pace se ci si trova sulle affollate rive del lago di Como in estate. Risparmiato dalla speculazione edilizia, il paese ha mantenuto una struttura architettonica armoniosa e rasserenante intorno alla bella chiesa parrocchiale e al borgo antico in pietra, dove è stata realizzata la mostra permanente a cielo aperto “Percorso Segantini” in omaggio al maestro del Divisionismo che qui visse e lavorò per un anno. In pochi minuti di cammino si raggiunge poi il bosco di castagni, dove un sentiero accessibile a tutti conduce in un’ora alla Colma di Caglio e poco dopo alla Colma di Sormano, dove ha sede il suggestivo Osservatorio astronomico.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

22 Settembre 1499 con il trattato di Basilea la vecchia Confederazione, che ha dato origine alla Svizzera, diventa uno stato indipendente.

Social

newFB newTwitter