Como, 14 giugno 2021   |  

Lombardia in zona bianca stop coprifuoco per quasi 1700 agriturismi

Quasi un italiano su cinque (17%) ha scelto di trascorrere le vacanze estive 2021 in campagna, parchi naturali e oasi

sunset 801736 640

Sono circa 10 milioni i lombardi che da lunedì 14 Giugno ritornano in zona bianca, con il livello minimo di restrizioni. E’ quanto afferma la Coldiretti Lombardia nel sottolineare che le riaperture riguardano anche i quasi 1700 agriturismi attivi in regione che potranno dire addio al coprifuoco.

Un’opportunità importante per queste strutture – spiega la Coldiretti Lombardia – che sono spesso situate in aree rurali lontane dalle città e quindi raggiungibili in tempi più lunghi dagli ospiti provenienti dai centri urbani. Inoltre – continua la Coldiretti regionale – grazie al passaggio in zona bianca gli agriturismi potranno ripristinare le tavolate all’aperto e negli spazi interni aumentare il numero di posti allo stesso tavolo, pur nel rispetto del metro di distanza tra uno e l’altro.

“Il graduale ritorno alla normalità coincide con l’arrivo della stagione estiva che ci auguriamo possa rappresentare davvero la ripartenza definitiva – commenta Massimo Grignani, presidente di Terranostra Lombardia, l’associazione per l’agriturismo e per l’ambiente promossa da Coldiretti – Il comparto degli agriturismi ha sofferto molto le misure anti contagio che l’emergenza Covid ha imposto, con perdite fino al 90% del fatturato. Ora guardiamo con fiducia ai prossimi mesi, anche con il ritorno dei turisti italiani e stranieri”.

Secondo l’indagine Coldiretti/Notosondaggi – conclude la Coldiretti Lombardia – quasi un italiano su cinque (17%) ha scelto di trascorrere le vacanze estive 2021 in campagna, parchi naturali e oasi, tra verde ed enogastronomia, coniugando la voglia di normalità con la garanzia di stare in sicurezza senza rischiare gli affollamenti.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Settembre 1759 papa Clemente XIII pubblica la Lettera enciclica Cum primum, sulla corruzione dei chierici, contro l'esercizio della mercatura da parte di questi, contro gli impegni servili e laicali e le attività secolari.

Social

newFB newTwitter