Como, 08 luglio 2021   |  

Festival di Bellaggio, Lac Sublime colora il Lario con la musica

Appuntamenti dal giovedì alla domenica, concerti gratuiti nella perla del Lario, ma anche a Menaggio, Zelbio e Mandello con la Bellagio Festival Orchestra e grandi solisti.

Gioachino Rossini

Otto giorni, sette concerti. E’ un Festival nel festival, la maratona di note che, dal 10 al 18 luglio, il lago di Como si appresta a vivere con gli appuntamenti di Lac Sublime, il nuovo progetto musicale e culturale ideato da Rossella Spinosa, pianista e compositrice milanese che, accanto alla X edizione del Festival di Bellagio e del lago di Como, ha dato vita ad una serie di rassegne cameristiche per portare melodie e voglia di estate su tutte le sponde del Lario.

Gli appuntamenti sono gratuiti: serve solo la prenotazione via mail (vedi i dettagli in fondo al comunicato). Lac Sublime è l’unica manifestazione orchestrale che porta sul lago una compagine in residenza come la Bfo – Bellagio Festival Orchestra, formata dalle migliori parti di maestri lombardi e milanesi che da anni costituisce un punto di forza anche per la produzione musicale di programmi ad hoc.

Se è made in Italy è fatto in Italia e quindi fatto bene. Per tutto luglio il festival di Bellagio e del lago di Como propone concerti dal giovedi alla domenica, appuntamenti serali o pomeridiani su tutte le rive del lago e in luoghi di grande suggestione, a sottolineare il connubio fra le varie espressioni di arte del Belpaese e la capacità creativa dei nostri più grandi compositori. Intanto spazio anche a Classica Sotto le Stelle, nel giardino della ex biblioteca di Bellagio, perché anche la natura è uno dei punti di forza dell’identità italiana.

Sabato 10 luglio alle 21, a Bellagio, nella chiesa di San Giovanni, nel cuore del borgo antico, la Bellagio Festival Orchestra in ensemble barocco esegue una serie di Sonate da Chiesa con musiche di Antonio Vivaldi, Arcangelo Corelli, Tomaso Albinoni, Giuseppe Tartini e Pietro Antonio Locatelli.

Domenica 11 luglio appuntamento alle 18, per non perdere la finale degli Europei di calcio perché anche il Festival è tifoso.

Tutti al settecentesco Palazzo Belgioioso di Lecco, fra le chicche del museo di Storia naturale ed il planetario per ascoltare i due solisti al flauto, Enea Luzzani e Serena Zanetti, insieme ai maestri della Bellagio Festival Orchestra. Un vero dialogo con le musiche di Antonio Vivaldi e Tomaso Albinoni per una full immersion nel Barocco.

Mercoledì 14 luglio alle 21 tutti “chez Rossini”, per una soirée dedicata alla sua musica fra le suggestioni di villa Lario a Mandello. La BFO, diretta da Alessandro Calcagnile, in co-produzione con Italianoperaensemble propone, fra cavatine, duetti e arie, una suite da Il Barbiere di Siviglia. La serata sarà speciale poiché Mandello sarà brandizzata nel nome di Gioachino Rossini: i ristoranti del territorio, infatti, offriranno anche ricette rossiniane che i turisti e gli appassionati potranno degustare.

Mercoledì 15 luglio alle 21 si torna “a casa” nel salone reale del Grand Hotel Villa Serbelloni, a Bellagio. Alessandro Scarlatti, Giovanni Battista Pergolesi e Johann Adolf Hasse sono i protagonisti di un Intermezzo dedicato all’opera Buffa con le voci di Ilaria Torciani e Davide Rocca a raccontare in musica le vicissitudini, fra le altre, de La serva padrona, La Dirindina, La Finta Tedesca.

Venerdì 16 luglio alle 21, nella chiesa di Santo Stefano a Menaggio c’è un doppio concerto, grazie alle musiche di Antonio Vivaldi ed Arcangelo Corelli. Alessandro Calcagnile dirige la Bellagio Festival Orchestra con i violoncelli solisti di Camilla e Sergio Patria ed i violini di Doriano di Domenico e Gaspare Raule.

Sabato 17 luglio alle 21 si sale a Civenna di Bellagio, al cine teatro Grigna per un tuffo fresco nella canzone Napoletana, con un omaggio ad Enrico Caruso. Le più belle arie della tradizione, da I te vurria vasà, a Torna a Surriento, saranno accompagnate dalla Bfo, con il tenore Edoardo Francesconi e Giorgio Pertusi al mandolino.

Domenica 18 alle 17 si sale ancora più in alto fra i monti di Zelbio, nella chiesa di San Paolo Converso per un grande classico, Le Quattro Stagioni di Vivaldi. Solista e direttore della compagine sarà Fatlinda Thaci, violinista di spicco del panorama nazionale e spalla storica dell’Orchestra de I Pomeriggi Musicali.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

17 Settembre 1759 papa Clemente XIII pubblica la Lettera enciclica Cum primum, sulla corruzione dei chierici, contro l'esercizio della mercatura da parte di questi, contro gli impegni servili e laicali e le attività secolari.

Social

newFB newTwitter