Como, 04 novembre 2023   |  

Gaudete ed exsultate

di Donatella Salambat

Il volume viene pubblicato in occasione del decimo anno del Ministero pietrino di Papa Francesco.

9788892242326g 150 230 0

Gaudete ed exsultate a cura del Dicastero della cause dei Santi, è un esortazione apostolica alla chiamata alla Santità nel mondo contemporaneo un invito alla Santità per tutti i battezzati.

Il volume viene pubblicato in occasione del decimo anno del Ministero pietrino di Papa Francesco.

Nel libro sono, in oltre, riportati contributi e documenti di autorevoli membri del Dicastero delle cause dei Santi.

In occasione dei primi cinque anni del suo Magistero, Marzo 2018, Papa Francesco scrive la sua terza esortazione apostolica “Gaudete ed exsultate” parole tratte dal Vangelo secondo Matteo un appello alla speranza e alla gioia.

Il tema della gioia Papa Francesco l’aveva già proposto nella sua prima esortazione affermando che la gioia del Vangelo riempe i cuori e la vita di chi incontra Gesù.

Per Francesco i Santi sono persone felici “il malumore non è segno di santità” e in Gaudete ed exsultate sono presenti paragrafi a ciò dedicati.

Viene riportata un’affermazione di Leon Bloy: “nella vita non c’è che una tristezza quella di non essere Santi”.

Papa Francesco utilizza questa frase per affermare che la Santità non ti rende meno umano perché è l’incontro della tua debolezza con la forza della grazia.

Come sottolineato dal Pontefice “la santità è vivere in unione con Cristo e con i Misteri della sua vita”.

Dovremmo essere grati a Papa Francesco per questa esortazione apostolica per la chiamata universale alla Santità; in un periodo storico tanto convulso e per certi aspetti altrettanto cruente avvicinarsi alla Santità è l’unica via per cercare di allontanarsi dal male e di iniziare a trovare ciò che ci unisce a Dio in quanto tutto ciò che Cristo ha vissuto fa sì che noi possiamo viverlo in Lui e che Egli lo vive in noi.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

5 Marzo 1953 Josif  Vissarionovič Džugašvili Stalin muore a Mosca a seguito di un attacco cerebrale

Social

newFB newTwitter