Corsico (Mi), 13 luglio 2020   |  

Corsico i Carabinieri concludono l'operazione "lavagna pulita"

Rapina aggravata, detenzione e porto d'armi clandestine, tentata estorsione, ricettazione, lesioni aggravate, furto sono i reati che hanno dato il via all'operazione di stamane lunedì 13 Luglio in provincia di Milano eseguita dalla Compagnia dei Carabinieri di Corsico

Nella mattinata odierna, lunedì 13 Luglio, nella provincia di Milano (MI), i Carabinieri della Compagnia di Corsico, supportati dai comandi territorialmente competenti, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dall’ufficio G.I.P. del Tribunale di Milano, nei confronti di 10 persone  (di cui n. 4 già sottoposti a misure detentive in Italia e n. 1 in Spagna), ritenuti responsabili a vario titolo ed in concorso tra loro dei reati di rapina aggravata, detenzione e porto di armi clandestine, tentata estorsione, ricettazione, lesioni aggravate e furto.

La Sezione Operativa della Compagnia dei Carabinieri di Corsico (MI), nel periodo Settembre 2019 – Novembre 2019, ha condotto una strutturata attività di indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano e finalizzata a disarticolare un sodalizio criminoso, composto da soggetti italiani e gravitanti nel quartiere di edilizia popolare “Lavagna” di Corsico, dedito alla commissione di rapine in danno di istituti di credito, centri scommesse, compro oro ed estorsioni ai danni di commercianti.

Le indagini, espletate hanno permesso di accertare: in maniera incontrovertibile le responsabilità penali dei rei in ordine alla commissione di efferati delitti, mediante l’uso di armi clandestine ed il sistematico ricorso alla violenza fisica nei confronti delle vittime; la meticolosa organizzazione ed esecuzione dell’attività delittuosa attraverso sopralluoghi presso gli esercizi commerciali con l’utilizzo di “finti clienti”, ovvero il posizionamento delle vedette e degli autisti di veicoli veloci all’esterno dei locali; come alcuni indagati si occupassero del furto di autovetture parcheggiate sulla pubblica via, da utilizzare successivamente per perpetrare le rapine; la disponibilità di numerosi armi (pistole e fucili a canne mozze) e relativo munizionamento, occultate nelle intercapedini di complessi popolari; una condotta estorsiva nei confronti di un panificio sito in Corsico, al fine di ottenere gratuitamente, con reiterate minacce e atti intimidatori, un quantitativo giornaliero di prodotti alimentari.

A riscontro di tali attività sono stati operati quattro arresti in flagranza di rapina, il sequestro di due pistole semiautomatiche ed i un fucile da caccia, armi cariche con colpo in canna, ovvero il recupero del provento delle rapine pari ad euro 20.000. Le investigazioni hanno consentito di contestare al gruppo criminale le seguenti rapine tentate e consumate:

- 24 giugno 2019, in Milano (MI) presso Sala Slot in via Arnolfo di Cambio, somma asportata 163.00 euro;

- 2 settembre 2019, in Cesano Boscone (MI), presso la filiale della banca Monte dei Paschi di Siena, ubicata in via Roma 126, euro 1.000;

- 7 settembre 2019, in Cusago (MI), presso centro scommesse “Punto Snai”, sito in viale Europa 28, euro 7.000;

- 19 settembre 2019, in Vigevano (PV), presso Sala Slot “88 Game Room”, euro 2.000;

- 22 settembre 2019, in Milano, presso Sala Slot in viale Monza;

- 26 settembre 2019, in Milano, presso negozio “Compro Oro” in viale Rubens (procede PS);

- 26 settembre 2019, in Milano, presso Sala Slot “Gold Game” in via Monte Generoso, euro 3.000;

- 6 ottobre 2019, in Magenta (MI), presso Sala Slot “Zeta Game”, euro 20.000.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

15 Agosto 1867 in  Italia il governo piemontese legifera la soppressione degli enti ecclesiastici e la liquidazione dei loro beni

Social

newFB newTwitter