Cantù, 28 novembre 2023   |  

Carabinieri di Cantu’: controllo territorio, tre arresti e tre denunce

La Compagnia Carabinieri di Cantu’, sta proseguendo la “campagna straordinaria di controlli rafforzati del territorio” con un impiego medio giornaliero di 100 militari con 30 pattuglie, che effettuano 120 posti di controllo nelle aree più sensibili.

carabinieri territorio

Le attività hanno portato al controllo di circa 480 persone e 280 veicoli, a 3 arresti e tre denunce per reati vari ed al controllo quotidiano delle aree boschive interessate allo spaccio di stupefacenti, con l’impiego degli Squadroni Carabinieri Cacciatori.

In particolare i Reparti dipendenti hanno ottenuto i seguenti risultati:

Militari della Tenenza di Mariano Comense, nell’ambito del piano di ricerca e cattura dei soggetti destinatari di provvedimenti restrittivi, hanno eseguito un ordine di carcerazione emesso dall’Autorità Giudiziaria nei confronti di un 33enne, tossicodipendente e pluripregiudicato.

Il 33enne dovrà scontare una pena complessiva di due anni e otto mesi, per condanne definitive per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, atti persecutori ed evasione, commessi a partire dal 2020.

Gli stessi militari hanno applicato la misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di un 51enne per il reato di minacce aggravate nei confronti della ex moglie e della ex suocera.

Inoltre, nel pomeriggio di ieri, hanno arrestato in flagranza di reato per resistenza una 39enne di origini straniere.

I militari marianesi intervenivano ieri pomeriggio alle 14:30 circa, presso l’abitazione della 39enne dove era in corso una lite con il suo convivente e successivamente la cittadina straniera, in evidente stato di alterazione aggrediva i militari.

Militari del NOR – Aliquota Radimobile, a conclusione degli accertamenti hanno denunciato in stato di libertà per violenza o minaccia a publlico ufficiale, resistenza a pubblico ufficiale e getto pericoloso di cose, un 33enne di origini straniere, pregiudicato.

Il 33enne, nel pomeriggio di sabato, in evidente stato di alterazione psicofisica, gettava oggetti dal balcone creando pericolo ai passanti, inoltre aggrediva i militari che erano intervenuti per fermarlo.

Gli stessi militari, a conclusione degli accertamenti denunciavano in stato di libertà per ricettazione un 38enne di origini straniere con pregiudizi di polizia.
Il 38enne veniva controllato nei pressi di un’azienda agricola a bordo di un motociclo che risultava rubato a Milano il 22 novembre di quest’anno.

Militari della Stazione Carabinieri di Lomazzo a conclusione degli accertamenti, denunciavano in stato di libertà per omessa denuncia di materie esplodenti o infiammabili una pensionata di 77 anni.

I militari lomazzesi intervenivano nel tardo pomeriggio all’interno dell’abitazione della pensionata, da dove proveniva un forte odore di liquido infiammabile.

In seguito all’intervento dei Vigili del Fuoco, riuscivano ad accedere all’abitazione, accertando che vi era una notevole qauntità di liquido infiammabile conservato senza nessuna misura di sicurezza.

Al termine delle operazioni il pericoloso liquido infiammabile veniva sottoposto a sequestro e l’abitazione veniva messa in sicurezza.

Gli Squadroni Carabinieri Cacciatori proseguono quotidianamente nel controllo delle zone boscose, supportati dai militari delle varie stazioni carabinieri, registrando una notevole diminuzione dello spaccio nei boschi ed un’altrettanta sensibile diminuzione dei consumatori, identificati nelle adiacenze delle zone interessate.

Nel corso dei prossimi giorni i controlli verranno ripetuti con la medesima intensità, con personale in divisa ed in borghese.

Appuntamenti

Ritrovaci su Facebook

Caleidoscopio

26 Febbraio 2001 i quindici Stati dell'Unione Europea firmano il Trattato di Nizza

Social

newFB newTwitter